ITALY IN A DAY

Un contributo video di Marco Coraggio è stato selezionato per il primo social movie della storia italiana: ITALY IN A DAY, diretto e montato dal premio Oscar, Gabriele Salvatores, e scelto tra i 44197 video ricevuti dal regista, per un totale di 2200 ore di immagini, entrando a far parte dei 632 video che sono andati a comporre i 75 minuti definitivi del film, presentato in anteprima assoluta fuori concorso il 2 settembre 2014 alla 71a Mostra del Cinema di Venezia.

MAGIC OLD TIME

Original idea by Marco Coraggio

“Video Art Low Cost in Family Project”
All rights reserved © 2014

Performed by Marco Coraggio
Stop Motion Assistance by Teresa Coraggio
Soundtrack “Maple Leaf Rag” and “The Entertainer” live performed by Emanuele Coraggio © 2014

Made in “Coraggio Studios”, Salerno, Italy
Tuesday, June 24, 2014

DIGITAL ACTION PAINTING

DIGITAL ACTION PAINTING

Video Artist: Marco Coraggio
Sountrack: Digital music by Marco Coraggio
Tuesday, March 5, ©2013
Made in Salerno, Italy
All rights reserved

Qui l’autore, ripreso nel pieno della sua azione creativa, giunge a trasfigurarsi a tal punto da divenire, egli stesso, parte integrante dell’opera. Alla stregua di J. Pollock a cui il video evidentemente è dedicato, il video artista crea attraverso la sua azione fisica, il movimento del proprio corpo, il “gesto”. Usando i contemporanei strumenti multimediali, dispone sulla “tela digitale” i colori e le forme che man mano daranno vita all’opera.

LEARNING ITALIAN IS EASY

LEARNING ITALIAN IS EASY

Video Artist: Marco Coraggio
Soundtrack clips:
A – Azzurro, Adriano Celentano, 1968
B – Ba..ba..baciami piccina, Alberto Rabagliati, 1940
C – Ciao mare, Orchestra Casadei, 1973
D – Datemi un martello, Rita Pavone, 1963
E – E allora dai, Giorgio Gaber, 1967
F – Fatti mandare dalla mamma, Gianni Morandi, 1963
G – Ghiaccio bollente, Tony Dallara, 1959
H – Ho un sassolino nella scarpa, Natalino Otto, 1943
I – Il paradiso, Patty Pravo, 1969
J – Jezebel, Carla Boni, 1952
K – Kobra, Donatella Rettore, 1981
L – Lontano lontano, Luigi Tenco, 1966
M – Mambo italiano, Carla Boni, 1956
N – Nessuno mi può giudicare, Caterina Caselli, 1966
O – Onda su onda, Paolo Conte, 1974
P – Per un ora d’amore, Matia Bazar, 1976
Q – Quel motivetto che mi piace tanto, Orchestra Barzizza, 1940
R – Rosamunda, Gabriella Ferri, 1975
S – Spaghetti a Detroit, Fred Bongusto, 1967
T – Tulipan, Trio Lescano, 1940
U – Un angelo blu, Gli Equipe 84, 1968
V – Volare (Nel blu dipinto di blu), Domenico Modugno, 1958
W – W gli scout, Francesco Baccini, 1989
X – XXX, Negrita, 1997
Y – Yassassin, Litfiba, 1985
Z – Zum zum zum, Mina, 1967
Wednesday, February 20, ©2013
Made in Salerno, Italy
All rights reserved

Ascoltare ed imparare una canzone in lingua straniera è da sempre uno degli strumenti più semplici per apprenderla. Le canzoni aiutano la mente ad elaborare nuove informazioni memorizzando le parole e la pronuncia in modo più efficace rispetto ai metodi tradizionali. Senza sottovalutare inoltre il fatto che le canzoni sono un veicolo di conoscenza della cultura e delle tradizioni di un paese. Da tali spunti scaturisce l’idea di rappresentare il video artista mentre sfoglia molto velocemente un vocabolario della lingua italiana: ad ogni lettera incontrata, se ne ascolta la pronuncia ed in rapida successione l’incipit di una canzone popolare che sfrutta la stessa iniziale. Il risultato finale e una sorta di audio-video-vocabolario per principianti e neofiti della lingua italiana.

POCO PROFONDO MA MOLTO ROSSO

Concept: Giuseppe De Marco e Marco Coraggio;
Video Editing: Giuseppe De Marco.
All right reserved ©2013

L’Associazione Culturale ART.TRE, Vicolo San Bonosio 7, Salerno
presenta la collettiva d’arte: “ROSSO DI SERA”
Vernissage: giovedì 3 Gennaio 2013
Durata: fino al 16 Gennaio 2013
Tra i vari artisti invitati, Giuseppe De Marco e Marco Coraggio hanno presentato il loro video dal titolo: “POCO PROFONDO MA MOLTO ROSSO”.

MY CLASSICAL BOOTIES + backstage

MY CLASSICAL BOOTIES + backstage

Video Artist: Marco Coraggio
Soundtrack: “La gazza ladra” Overture, Gioacchino Rossini
Sunday, December 30, ©2012
Made in Salerno, Italy
All rights reserved
Wednesday, February 20, ©2013
Made in Salerno, Italy
All rights reserved

Un tizio, seduto sul divano in una stanza scarnamente arredata, sembra essere in attesa di incontrare qualcuno che tarda a venire. Ad un tratto l’individuo, preso dall’ansia del tempo che trascorre inesorabile, stempera la sua agitazione in un atto creativo, dando così vita e forma ad un inconsueto spettacolo grazie ai suoi “magici” stivaletti, che animandosi di vita propria incominciano a danzare insieme ad una collezione di libri, quasi fossero i protagonisti di un balletto classico. Prendendo spunto dal genere semiserio tipico del melodramma, il video utilizza il ritmo e la melodia dell’Ouverture de “La Gazza Ladra” di Gioacchino Rossini.