ART WARNING THE WORLD

Italy’s video contribution by Marco Coraggio

The project start Thursday, February 12, 2015

Sentence on the flag:
“When the word FREEDOM disappears from our dictionaries, it will be too late to react!!!”

“…as never before, in this particular and difficult timelife, it is absolutely necessary to reiterate the concept of freedom all over the World!!!”

“Art warning the world” is a global artwork for Freedom created by the french visual artist
Klaus Guingand in collaboration with 201 visual artists living in 200 different countries.
“Art warning the world” it’s 202 artists, 200 countries, 202 artworks, 202 videos, 202 pictures, 135 national languages and a video buzz. Look Klaus Guingand’s prophetic warning.
Artist visual Marco Coraggio represents Italy.
All rights reserved © 2015

Web site: art-warning-the-world.net

ITALY IN A DAY

Italy_in_a_day-poster3

Un contributo video di Marco Coraggio è stato selezionato per il primo social movie della storia italiana: ITALY IN A DAY, da un progetto di Ridley Scott, diretto e montato dal premio Oscar Gabriele Salvatores, e scelto tra i 44197 video ricevuti dal regista, per un totale di 2200 ore di immagini, entrando a far parte dei 632 video che sono andati a comporre i 75 minuti definitivi del film, presentato in anteprima assoluta fuori concorso il 2 Settembre 2014 alla 71a Mostra del Cinema di Venezia.

A video contribution by Marco Coraggio was selected for the first social movie in the history of Italy: ITALY IN A DAY, a project by Ridley Scott, directed and edited by the Oscar winner Gabriele Salvatores, and chosen from among the 44197 videos received by the director, a total of 2200 hours of images, becoming part of the 632 videos that have gone on to compose the final 75 minutes of the film, launched in absolute preview out of competition September 2, 2014 at the 71st Venice Film Festival.

MAGIC OLD TIME

Original idea by Marco Coraggio

“Video Art Low Cost in Family Project”
All rights reserved © 2014

Performed by Marco Coraggio
Stop Motion Assistance by Teresa Coraggio
Soundtrack “Maple Leaf Rag” and “The Entertainer” live performed by Emanuele Coraggio © 2014

Made in “Coraggio Studios”, Salerno, Italy
Tuesday, June 24, 2014

DIGITAL ACTION PAINTING

DIGITAL ACTION PAINTING

Video Artist: Marco Coraggio
Sountrack: Digital music by Marco Coraggio
Tuesday, March 5, ©2013
Made in Salerno, Italy
All rights reserved

Qui l’autore, ripreso nel pieno della sua azione creativa, giunge a trasfigurarsi a tal punto da divenire, egli stesso, parte integrante dell’opera. Alla stregua di J. Pollock a cui il video evidentemente è dedicato, il video artista crea attraverso la sua azione fisica, il movimento del proprio corpo, il “gesto”. Usando i contemporanei strumenti multimediali, dispone sulla “tela digitale” i colori e le forme che man mano daranno vita all’opera.

LEARNING ITALIAN IS EASY

LEARNING ITALIAN IS EASY

Video Artist: Marco Coraggio
Soundtrack clips:
A – Azzurro, Adriano Celentano, 1968
B – Ba..ba..baciami piccina, Alberto Rabagliati, 1940
C – Ciao mare, Orchestra Casadei, 1973
D – Datemi un martello, Rita Pavone, 1963
E – E allora dai, Giorgio Gaber, 1967
F – Fatti mandare dalla mamma, Gianni Morandi, 1963
G – Ghiaccio bollente, Tony Dallara, 1959
H – Ho un sassolino nella scarpa, Natalino Otto, 1943
I – Il paradiso, Patty Pravo, 1969
J – Jezebel, Carla Boni, 1952
K – Kobra, Donatella Rettore, 1981
L – Lontano lontano, Luigi Tenco, 1966
M – Mambo italiano, Carla Boni, 1956
N – Nessuno mi può giudicare, Caterina Caselli, 1966
O – Onda su onda, Paolo Conte, 1974
P – Per un ora d’amore, Matia Bazar, 1976
Q – Quel motivetto che mi piace tanto, Orchestra Barzizza, 1940
R – Rosamunda, Gabriella Ferri, 1975
S – Spaghetti a Detroit, Fred Bongusto, 1967
T – Tulipan, Trio Lescano, 1940
U – Un angelo blu, Gli Equipe 84, 1968
V – Volare (Nel blu dipinto di blu), Domenico Modugno, 1958
W – W gli scout, Francesco Baccini, 1989
X – XXX, Negrita, 1997
Y – Yassassin, Litfiba, 1985
Z – Zum zum zum, Mina, 1967
Wednesday, February 20, ©2013
Made in Salerno, Italy
All rights reserved

Ascoltare ed imparare una canzone in lingua straniera è da sempre uno degli strumenti più semplici per apprenderla. Le canzoni aiutano la mente ad elaborare nuove informazioni memorizzando le parole e la pronuncia in modo più efficace rispetto ai metodi tradizionali. Senza sottovalutare inoltre il fatto che le canzoni sono un veicolo di conoscenza della cultura e delle tradizioni di un paese. Da tali spunti scaturisce l’idea di rappresentare il video artista mentre sfoglia molto velocemente un vocabolario della lingua italiana: ad ogni lettera incontrata, se ne ascolta la pronuncia ed in rapida successione l’incipit di una canzone popolare che sfrutta la stessa iniziale. Il risultato finale e una sorta di audio-video-vocabolario per principianti e neofiti della lingua italiana.

POCO PROFONDO MA MOLTO ROSSO

Concept: Giuseppe De Marco e Marco Coraggio;
Video Editing: Giuseppe De Marco.
All right reserved ©2013

L’Associazione Culturale ART.TRE, Vicolo San Bonosio 7, Salerno
presenta la collettiva d’arte: “ROSSO DI SERA”
Vernissage: giovedì 3 Gennaio 2013
Durata: fino al 16 Gennaio 2013
Tra i vari artisti invitati, Giuseppe De Marco e Marco Coraggio hanno presentato il loro video dal titolo: “POCO PROFONDO MA MOLTO ROSSO”.

MY CLASSICAL BOOTIES + backstage

MY CLASSICAL BOOTIES + backstage

Video Artist: Marco Coraggio
Soundtrack: “La gazza ladra” Overture, Gioacchino Rossini
Sunday, December 30, ©2012
Made in Salerno, Italy
All rights reserved
Wednesday, February 20, ©2013
Made in Salerno, Italy
All rights reserved

Un tizio, seduto sul divano in una stanza scarnamente arredata, sembra essere in attesa di incontrare qualcuno che tarda a venire. Ad un tratto l’individuo, preso dall’ansia del tempo che trascorre inesorabile, stempera la sua agitazione in un atto creativo, dando così vita e forma ad un inconsueto spettacolo grazie ai suoi “magici” stivaletti, che animandosi di vita propria incominciano a danzare insieme ad una collezione di libri, quasi fossero i protagonisti di un balletto classico. Prendendo spunto dal genere semiserio tipico del melodramma, il video utilizza il ritmo e la melodia dell’Ouverture de “La Gazza Ladra” di Gioacchino Rossini.